mercoledì 2 maggio 2018

10 edizione del FESTIVAL GIORNALISTI DEL MEDITERRANEO



REPORTAGE - AL VIA LA 10° EDIZIONE DEL FESTIVAL GIORNALISTI DEL MEDITERRANEO
Mediterraneo e conflitti: i racconti dei reporter


Le sezioni: terrorismo, dalla Siria all’Europa; Mediterraneo e diritti negati; pace e immigrazione

OTRANTO (Le) - Giunge alla 10° edizione il Festival Giornalisti del Mediterraneo. L’evento è promosso e organizzato dall’Associazione “Terra del Mediterraneo”, in partnership con il Comune di Otranto. L’appuntamento, ormai consolidato nel Mediterraneo, coinvolge la Regione Puglia; Legacoop Puglia; l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro e il suo Master in Giornalismo e il Corpo Consolare di Puglia, Basilicata e Molise.

Con il Festival, arriva alla sua 10° edizione anche l’omonimo concorso che, quest’anno, conterà tre sezioni tematiche: terrorismo internazionale, dalla Siria all’Europa; Mediterraneo e diritti negati; pace e immigrazione. I candidati potranno presentare le proprie opere entro il prossimo 30 maggio 2018. È possibile scaricare il regolamento dal sito www.giornalistidelmediterraneo.it o chiedere informazioni chiamando il numero 346.8262198.

Il concorso “Giornalisti del Mediterraneo” si rivolge a giornalisti di professione e freelance, oltre che ai giovani talenti delle scuole di giornalismo, nonché agli studenti dei corsi di laurea in Scienze della Comunicazione e mira a coinvolgere reporter italiani e stranieri, della carta stampata e della televisione, del mondo del web e radiofonico.

“Il raggiungimento del decimo compleanno del concorso, insieme al festival, - spiega Tommaso Forte, giornalista e autore del Festival - rappresenta un grande traguardo.  Attraverso questi due momenti, infatti, quello che abbiamo fatto in tutti questi anni e che continuiamo a fare, è aprire un dibattito per capire, alla luce dei conflitti nel Mediterraneo che indirettamente toccano anche il nostro Paese, quali sfide ci attendono per il futuro. Ciò grazie ai lavori dei reporter che quei conflitti li vivono in prima persona, nei teatri di guerra. Quanto alla questione dell’immigrazione, altro tema cardine del Festival, sono tanti i pregiudizi e, talvolta, un ruolo determinante nell’alimentarli lo hanno i media”.

“I dieci anni del Festival dei Giornalisti del Mediterraneo - aggiunge Lino Patruno, presidente della giuria - segnano un prestigioso traguardo della manifestazione e giungono in un momento di grave crisi internazionale. La guerra in Siria, la tensione nel Mediterraneo, la violazione dei diritti umani, la minaccia del terrorismo internazionale, la tragedia dell’immigrazione sono troppo vicini a noi per non coinvolgerci non solo come giornalisti”.

Scarica il regolamento: http://www.a-post.it/giornalistidelmediterraneo/wp-content/uploads/2018/03/REGOLAMENTO-GDM-2018.pdf

__________________________


domenica 29 aprile 2018

Lavoro Spello



Spello, 28 aprile 2018 - Scade il prossimo 4 maggio l’avviso di comando della durata di 1 anno, pubblicato dal Comune Spello per l’assegnazione di n.1 posto, categoria C, istruttore amministrativo/amministrativo contabile, da impiegare nell’area economico finanziaria personale e tributi. Per partecipare alla procedura di selezione, come indicato nell’avviso, è necessario essere in possesso di una serie di requisiti tra cui essere in servizio presso una delle pubbliche amministrazioni (di cui all'art. 1, comma 2, del D.Lgs.165/2001), con rapporto di lavoro a tempo pieno o part time e indeterminato, con inquadramento nella stessa categoria e profilo professionale (per i soggetti appartenenti al comparto Regioni ed Autonomie Locali) o in categoria e profilo professionale contrattuale equivalente (per i soggetti appartenenti a comparti diversi) rispetto al posto da ricoprire oltre ad aver superato, alla scadenza dell'Avviso, il prescritto periodo di prova. La domanda dovrà essere inoltrata da indirizzo di posta elettronica certificata alla PEC dell'Ente comune.spello@postacert.umbria.it. Le informazioni in merito alla procedura di comando, eventualmente rinnovabile fino a un massimo di tre anni, sono disponibili nel sito del Comune di Spello alla sezione “Bandi e concorsi”.

Tutto Pizza a Campello sul Clitunno



TUTTO PIZZA chiama, Molino sul Clitunno risponde

Dal 21 al 23 maggio 2018 torna a Napoli, per la terza edizione, la fiera di riferimento a livello internazionale per i professionisti della pizza. L’azienda umbra sarà presente (Pad. 2 – Stand 184/185) con le sue farine professionali e cooking show tenuti dai maestri Federico Visinoni e Favio Gargiulo

Molino sul Clitunno - Trevi (Umbria), con oltre trent’anni di esperienza nella trasformazione di grani per la produzione di farine speciali, parteciperà a Tutto Pizza, il Salone internazionale della pizza, che si terrà a Napoli dal 21 al 23 maggio 2018, presso la Mostra d’Oltremare. Tre giornate dedicate al mondo della pizza, nella città che ha dato i natali e poi reso famoso questo piatto nel mondo, durante le quali l’azienda molitoria umbra organizzerà una serie di cooking show dedicati alla pizza napoletana, insieme ai due maestri pizzaioli Federico Visinoni e Favio Gargiulo. Visinoni è stato Campione del Mondo al Pizza World Championship di Parma nel 2015 ed è proprietario della catena StraPIZZAmi. Insieme al maestro panificatore-pizzaiolo Favio Gargiulo, docente all’Università della Cucina Mediterranea di Sorrento, mostrerà le nuo
 ve tecniche di impasto e cottura della pizza alla napoletana. Appuntamento imprescindibile, quindi, per i professionisti che desiderino conoscere le tecniche e i segreti per scegliere le tipologie di farina più adatte alle diverse preparazioni e raggiungere un perfetto equilibrio tra i vari ingredienti per ottenere una pizza eccezionale, leggera e facilmente digeribile.
Qualità delle materie prime, sostenibilità ambientale, accoglienza e valorizzazione del pizzaiolo come figura che sa trasmettere sapere e conoscenze: questi i valori che l’azienda si impegna a trasmettere ai propri clienti durante il Salone. Presso lo stand Molino sul Clitunno sipotranno scoprire le caratteristiche delle diverse farine e dei mix specifici per la pizza: oltre ai prodotti di punta saranno presentate le nuove farine integrali, le macinate a pietra e i mix con apporto di cereali. Ne è un esempio il Mix pizza ai cereali, altamente digeribile e fragrante, composto da farine di grano tenero tipo 00, fiocchi di soia, farina di segale, semi di lino, semi di sesamo, semi di girasole, crusca di frumento, fiocchi di mais, farina di soia, farina di cereali maltati (frumento). Ideale per pizze dall’impasto leggero e fragrante, particolarmente gustoso e ricco di fibre, con indubbi benefici per l’organismo.
La continua ricerca della qualità nella selezione dei grani e dell’innovazione nei processi di lavorazione ha permesso di raggiungere risultati veramente sorprendenti nella messa a punto di farine e mix dalla resa finale davvero unica, in termini di gusto e sicurezza alimentare. Lo testimoniano le prestigiose certificazioni IFS (International Food Standard) e BRC (British Retailer Consortium) ottenute recentemente.
Tutto Pizza sarà quindi un’occasione per i visitatori di testare la nuova linea di farine per pizza nate dalla selezione delle migliori varietà di grani, accuratamente macinati e sapientemente miscelati secondo l’antica tradizione del Molino, con tecniche di lavorazione artigianale, all’insegna della qualità e dell’attenzione alle nuove tendenze legate al mondo dell’impasto. Sarà anche possibile apprezzarne il risultato gustando le pizze, appena sfornate, che maestri pizzaioli prepareranno durante i 3 giorni di Tutto Pizza.

giovedì 26 aprile 2018

L'Arte di Laura




L'Arte di Laura Salvati
A cura di Mariolina Savino
Organizzazione Carapace MAC ART


Mostra personale di Laura Salvati presso i locali in pietra de' Il Caminetto in Campello sul Clitunno dal 28 aprile al 28 maggio 2018
Organizzazione Carapace MAC ART a cura di Mariolina Savino.
Info direttoreclick@gmail.com

L'esprimersi in qualsiasi modo o maniera è Arte e Laura Salvati, che dell'arte ne fa un suo  stile di vita, raggiunge alte vette artistiche approfondendo conoscenze  della materia e studiando la tecnica.
L'arte è sempre in movimento, ha tante sfaccettature, quindi la curiosità la spinge ad una costante ricerca per approfondire conoscenze e acquisirne di nuove.
Eclettica, ha studiato e sperimentato varie tecniche espressive conseguendo buoni risultati; è nello stato d'animo del momento che sceglie quale utilizzare.
I suoi dipinti sono caratterizzati dalla ricerca dell'estetica e i suoi ritratti, da una forte espressività.
Ha partecipato a numerose mostre collettive nel territorio Italiano e varie personali, ottenendo riconoscimenti e consensi.
Vive e lavora a Foligno.

"L'artista Laura Salvati, si inserisce in quella riscoperta dell'armonia su tela, non solo dalla perizia esecutiva,  ma dall' armonia e da una poetica dei luoghi. I tratti sono raffinati e composti e l'uso sapiente dei colori rende il tutto piacevole.
Originali e piacevoli i Vinarelli."
L. Pepponi

L'artista ha eseguito il ritratto di Luigi Paternesi, olio a velature, che è stato posto all'ingresso dell'Ospedale di Foligno.



martedì 17 aprile 2018

Vinitaly trionfo dell'Umbria


Vinitaly: l’Umbria si apre al turismo estivo con un’offerta di Arte e Sagrantino

Una serie di iniziative realizzate con i principali attori del territorio a sostegno del patrimonio culturale e una mostra itinerante. Previsti anche interventi volti a valorizzare le Cantine Francescane di Montefalco


Verona, 16 aprile 2018 – “Arte & Sagrantino” non è solo un progetto per la valorizzazione del territorio. E’ un invito a visitare l’Umbria dell’arte e del vino che quest’anno unisce Comuni e Associazioni nella celebrazione di questo legame: un’offerta vastissima di eventi e una mostra itinerante che nei prossimi mesi sarà possibile visitare attraverso i luoghi del Sagrantino.

Al centro, Montefalco e l’impegno dei produttori del Consorzio Tutela Vini che in collaborazione con il Comune stanno pianificando l’ambizioso ampliamento delle Cantine Francescane - struttura annessa al Complesso Museale di San Francesco con ampie vasche di pigiatura dell’uva, utilizzate già tra il XVIII e XIX secolo per la produzione del Sagrantino una – per dare seguito alle azioni di valorizzazione del patrimonio artistico culturale che rappresentano il cuore pulsante del Sistema Sagrantino.

Già negli anni passati, attori privati e pubblici del territorio hanno lavorato fianco a fianco cofinanziando il restauro della pala d’altare “Madonna della Cintola” di Benozzo Gozzoli, e contribuendo alla realizzazione della mostra dedicata a Antoniazzo Romano, che riportò a Montefalco molte delle opere del maestro, tra le quali il trittico della “Madonna col Bambino tra i Santi Paolo, Benedetto, Giustina e Pietro”.

“La cultura produce ricchezza per tutto il sistema, ma è importante attuare interventi mirati per riconoscere a questo patrimonio il giusto valore – Ha dichiarato Amilcare Pambuffetti, Presidente del Consorzio Tutela Vini Montefalco – Il modello Sagrantino, oltre ad esaltare la filiera vitivinicola, concepisce l’aspetto storico come elemento inscindibile dall’identità di un territorio. Recuperarne la bellezza perduta, è un investimento fondamentale di tempo, di attenzione e di civiltà, non solo economico”.

L’iniziativa, presentata  in occasione del Vinitaly, include numerose attività messe in atto nel territorio dell’area delle denominazioni di origine Montefalco Sagrantino. Per tutto l’anno, inoltre, il territorio si tingerà di glicine con addobbi a tema, che interesseranno ogni angolo delle città, dalle aiuole all’arredo urbano, il colore che caratterizza Arte & Sagrantino.

“La capacità di far rete rende l’Umbria più forte – conclude l’assessore regionale all’Agricoltura Fernanda Cecchini -  Il sistema Sagrantino che unisce la forza di un vitigno e la forza di un territorio con le bellezze artistiche ha fatto e continuerà a fare la differenza per l’intero territorio”.

lunedì 16 aprile 2018

Umbria da bere al Vinitaly con Tesei e Salvini


Vinitaly: il leader della Lega Matteo Salvini inizia  la sua visita dallo stand dell’Umbria brindando con il vino Sagrantino di Montefalco

MONTEFALCO  -  Il leader della Lega Matteo Salvinki inizia la sua visita al Vinitaly partendo dallo stand della regione Umbria, scegliendo di fare il suo primo brindisi con il vino Sagrantino di Montefalco.
Ad accoglierlo il sindaco e senatore Donatella Tesei e il senatore Luca Briziarelli che hanno brindato con il leader leghista.
La città di Montefalco sta avendo un ruolo assoluto di protagonista alla più importante manifestazione internazionale dedicata al vino. Donatella Tesei ha partecipato, sedendo in prima fila, al convegno inaugurale del Vintaly accanto al presidente di Coldiretti Roberto Moncalvo, insieme al presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati e al segretario del Pd Maurizio Martina.
Insieme all’assessore alle manifestazioni Daniela Settimi, il sindaco Donatella Tesei ha partecipato sabato 14 aprile alla serata di gala alla vigilia dell’inaugurazione del Vinitaly  alle ex Gallerie Mercatali dove veniva incoronata la cantina Arnaldo Caprai di Montefalco, vincitrice del “Premio internazionale Vinitaly” attribuito da Veronafiere a personalità, aziende o istituzioni italiane ed estere che si sono distinte per il loro impegno nel campo enologico.  A ritirare il prestigioso riconoscimento Marco Caprai, giovane imprenditore che negli anni è riuscito a dare impulso alla cantina fondata dal padre puntando sulla ricerca intorno al vitigno autoctono e facendo conoscere il Sagrantino in tutto il mondo.


giovedì 29 marzo 2018

Fiera del verde di Foligno in fiore

Alla “Fiera del verde” i laboratori di giardinaggio
di “Foligno in fiore” in piazza della Repubblica



Nell’ambito della mostra mercato “Fiera del verde”, in programma a Foligno dal 31 marzo al 2 aprile, tra largo Carducci e Piazza della Repubblica, si svolgeranno il 2 aprile i laboratori di giardinaggio nel quadro delle iniziative del quarto concorso “Foligno in fiore” promosso dal Comune di Foligno, assessorato allo sviluppo Economico, con la collaborazione di Pro Foligno, Fondazione Barbanera 1762 e Associazione Vivere il Centro Storico. I due laboratori – uno per bambini, l'altro per grandi – sono dedicati a fiori e alle erbe animando il pomeriggio di Pasquetta. Dalle 16 alle 16,45, quando sarà Marta Giampiccolo, direttamente dalla Valnerina – fattoria didattica “Zafferano e dintorni” - la protagonista di un incontro ludico didattico sul tema “Tra erbe e fiori. Le magie del bosco in piazza” con i bambini. Per gli adulti l’appuntamento è alle 17 con il laboratorio “Rispetta gli alberi” tenuto da Andrea Stoppaccioli di “Immerso nel Verde”. La partecipazione è aperta a tutti ed è gratuita.
“La “Fiera del verde”, alla seconda edizione, “ospita una panoramica nazionale del settore floro-vivaistico, delle terrecotte e dei vasai con esposizioni di mobili e complementi d’arredo da giardino, attrezzature e macchinari per la corrette cura del verde, sottolineano gli organizzatori. La mostra mercato propone e sollecita la diffusione di una cultura della tutela ambientale, della cura del verde e dell’ecosostenibilità”.

Terre del Sagrantino a Montefalco, un gradito ritorno





Torna dal 31 marzo al 2 aprile a Montefalco “Terre del Sagrantino”,  il grande evento di Pasqua dedicato alle eccellenze dei prodotti agricoli di qualità e dell’artigianato del territorio  della Strada del Sagrantino




MONTEFALCO  - Una Pasqua unica nella ringhiera dell’Umbria con “Terre del Sagrantino”, il grande evento promozionale dedicato alle eccellenze dei prodotti agricoli di qualità e dell’artigianato del territorio della Strada del Sagrantino.  Dal 31 marzo al 2 aprile i visitatori potranno andare alla scoperta di uno  dei Borghi più belli d’Italia, ricco di storia e arte, degustando ottimo vino Sagrantino e cibo di qualità nel cuore del centro storico e nei punti panoramici con vista mozzafiato sulla valle umbra.
Il centro  di Terre del Sagrantino sarà il Complesso di Sant’Agostino dove sarà allestito, grazie al sostegno del Gal Valle Umbra e Sibillini,  il Salone delle Eccellenze dei prodotti agroalimentari ed artigianali di qualità con olio, formaggi e salumi ma anche ceramiche e tessuti umbri.  Il Salone delle eccellenze sarà inaugurato sabato 31 marzo alle 11.30 e sarà visitabile fino alle 19, mentre domenica 1 e lunedì 2 aprile sarà aperto dalle 10 alle 19 ad ingresso libero.

Sabato 31 marzo alle 15 i visitatori potranno  partecipare a “Montefalcotrek Wine”, per svelare il legame indentitario che attraversa i secoli tra  Montefalco e il Sagrantino, lungo un percorso che va dagli affreschi di Benozzo Gozzoli con la veduta della valle spoletana e la città di Montefalco, alle antiche cantine francescane e  ai vitigni secolari del centro storico. Il percorso, adatto a tutti, avrà una durata di 2 ore. Quota adesione: 12 euro, gradita la prenotazione allo 0742379598,  montefalco@sistemamuseo.it.
Si prosegue alle 18 con la  Degustazione guidata abbinamento cibo e vino, per andare alla scoperta dei vini Montefalco Doc e Montefalco Sagrantino Docg in abbinamento ai prodotti tipici umbri.  Evento a cura dell’Associazione Strada del Sagrantino, costo 10 euro.  Info: 0742 378490, info@stradadelsagrantino.it.

Gli appuntamenti di Terre del Sagrantino proseguono domenica 1 aprile con l’apertura della Mostra delle eccellenze dei prodotti agroalimentari di qualità dell’artigianato dalla 10 alle 19, mentre alle 15.30  nel centro storico si potrà assistere allo spettacolo a cura del Gruppo Storico Città di Montefalco.
Alle 18 al Museo di San Francesco ci sarà “Colori e Sapori dell’arte a Montefalco”:  una visita guidata d'eccezione al Museo di San Francesco, dove l'arte di Benozzo si incontra con l'arte vinifica del Sagrantino, attraverso la degustazione dei vini del territorio. Un viaggio emozionante per gli occhi e il palato, alla scoperta di un'infinita gamma non solo di sapori ma anche di colori. Visita guidata più degustazione con Sommelier con calici vini del territorio a euro 10. Prenotazione obbligatoria: 0742379598, montefalco@sistemamuseo.it.

Lunedì 2 aprile al Chiostro di Sant’Agostino ci sarà dalla 10 alle 19 l’apertura della Mostra delle eccellenze dei prodotti agroalimentari di qualità dell’artigianato, mentre  dalle 12 alle 19 si aprirà il Banco di degustazione del Montefalco Sagrantino Docg e degli altri vini del territorio, a cura del Consorzio Tutela vini Montefalco. Costo euro 7 a calice.
Alle 11 torna un nuovo appuntamento con Montefalcotrek Wine, mentre alle 11 in piazza del Comune sarà distribuita la Colazione di Pasqua per  gustare la tipica Pizza pasquale con i salumi, il tutto accompagnato dal pregiato Sagrantino, ed assistere alle 12 allo spettacolo a cura del Gruppo Storico Città di Montefalco. Alle 15 ci sarà la tradizionale “Ciuccetta”, una competizione aperta a chiunque sia desideroso di “Ciuccettare”, ovvero sbattere l’uno contro l’altro i pizzetti di uova di gallina. Vincitore sarà colui che rimarrà con l’uovo intatto.
Gli appuntamenti di Terre del Sagrantino continuano alle 17.30 al Museo di San Francesco con il Concerto di Pasqua. In occasione del progetto artistico culturale “Omaggio all’Umbria” si esibirà l’Orchestra Giovanile “Novi Toni Comites Orchestra”, direttore e solista il violinista prodigio di 20 anni Stefano Mhanna. In programma “Le Quattro Stagioni” di Antonio Vivaldi. Ingresso libero.

In occasione di Terre del Sagrantino sono in programma anche altri eventi collaterali: al Museo di San Francesco tutti i giorni appuntamento con “20 minuti con Benozzo”, la formula più semplice e coinvolgente, per conoscere un capolavoro unico del Rinascimento Pittorico  Italiano. Una visita guidata di approfondimento, vi accompagnerà alla scoperta del ciclo pittorico di Benozzo Gozzoli dedicato alla vita di San Francesco d'Assisi, svelandone dettagli e particolari.  Visite guidate giornaliere alle ore 12.00, 15.30 e 17.30 al costo di euro 3 a persona oltre il costo del biglietto.
Nelle Gallerie espositive di arte contemporanea del Museo di San Francesco sarà visitabile la mostra personale di pittura di Giuseppe Minozzi “Nel Segno del Sacro”.
In piazza Dante, nei locali del Priorato, sarà invece allestito il Mercatino parrocchiale dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18.

Spello, via Crucis d'autore


Via Crucis d’Autore – Venerdì Santo la città diventa uno spazio espositivo per raccontare la Passione di Cristo
L’allestimento delle XIV stazioni è promosso dalla Pro Spello con la direzione artistica del maestro Elvio Marchionni

Spello 28 marzo 2018 – Si rinnova anche quest’anno il tradizionale appuntamento con “Via Crucis d’Autore”, la manifestazione promossa dalla Pro Loco di Spello con la direzione artistica del maestro Elvio Marchionni, in collaborazione con il Comune di Spello e il supporto dell’Unità Pastorale di S. Maria Maggiore, San Lorenzo e Santa Lucia in Spello. Dal 30 marzo al 2 aprile il centro storico si trasforma in un suggestivo spazio espositivo con l’evento clou rappresentato dalla processione del Venerdì Santo: le XIV stazioni della Passione del Cristo hanno ispirato artisti di fama nazionale e internazionale e le soste davanti ai quadri per ascoltare il messaggio evangelico rappresentano un momento unico di spiritualità, emozione, partecipazione e cultura. Il tutto sotto la direzione dell’artista spellano di fama internazionale Elvio Marchionni. Durante la Via Crucis potranno essere ammirate le opere di Elisabetta Sabbati (interno Chiesa di San Lorenzo – stazione 1), Stefania Rosichetti (esterno Chiesa di San Lorenzo – stazione II), Antonio Coletti (Palazzo comunale - piazza della Repubblica – stazione III), Angelo Dottori (Sagrato Chiesa di Sant’Andrea – stazione IV), Giuliana Capocchia (Sagrato Chiesa Santa Maria Maggiore- stazione V), Marina Seredà (Cappella di Sant’Anna – stazione VI), Ilaria Rosati (via Sant’Angelo – stazione VII), Lamberto Caponi (via Consolare – incrocio con via Tempio di Diana – stazione VIII), Carlo Rampioni (Porta Consolare – piazza Kennedy – stazione IX), Settimio Catoni (via Consolare- incrocio via Sant’Angelo – stazione X), Pietro Crocchioni (Oratorio di san Bernardino – stazione XI), Fabrizio Pierella (ex Chiesa di San Michele Arcangelo – stazione XII), Antonio Renzini (esterno Chiesa S. Maria Maggiore – stazione XIII), Gianni Buono (interno Chiesa di Sant’Andrea – stazione XIV). Il programma religioso della manifestazione inizierà domani, giovedì 29 marzo alle ore 21.00 nella Chiesa di San Lorenzo Martire con la solenne celebrazione eucaristica e lavanda dei piedi; la Via Crucis di venerdì 30 marzo prenderà invece il via alle ore 21.00 dalla Chiesa di San Lorenzo Martire e seguirà il percorso delle XIV stazioni. Sabato 31 marzo alle ore 22.45 sempre nella Chiesa di San Lorenzo Martire ci sarà la Veglia Pasquale, mentre per la domenica di Pasqua alle ore 17.00 è in programma la Solenne celebrazione eucaristica e la processione del Cristo Risorto.  Lunedì 2 aprile celebrazione eucaristica alle ore 11.00 e 17.00 a cui seguirà la Processione Triennale dell’Incoronata presieduta dal vescovo di Foligno Mons. Gualtiero Sigismondi.  Sempre lunedì, a partire dalle ore 8.00 sarà possibile camminare nella zona di Borgo che va da Piazza Kennedy, via Roma e il tratto di via Marconi ammirando le bancarelle della Fiera di Pasqua; dalle 10.00 ci sarà la tradizionale passeggiata e colazione di Pasquetta all’Abbeveratoio dell’Asino con partenza da Largo Mazzini e arrivo previsto per le ore 11.00. La passeggiata, a cura del Terziere Pusterula e dell’Associazione Il Tribbio, prevede la partecipazione del Cai Spello con una dimostrazione di arrampicata.  Inoltre dal 28 marzo all’8 aprile nella Sala Prampolini della Pro Spello sarà possibile visitare la mostra personale dell’artista Cristina Benedetti, pittrice e scultrice di origine armena, spellana d’adozione intitolata “Il mio viaggio” curata dal maestro Marchionni.





mercoledì 28 marzo 2018

A Roma palazzo Barberini e Galleria Corsini aperti per Pasqua e Pasquetta


PALAZZO BARBERINI E GALLERIA CORSINI APERTI A PASQUA E A PASQUETTA

Le Gallerie Nazionali di Arte Antica Palazzo Barberini e Galleria Corsini saranno aperte nei giorni di Pasqua, domenica 1° aprile, e Lunedì dell’Angelo, lunedì 2 aprile.
Osserveranno il riposo martedì 3 aprile.
Mostre in corso a Palazzo Barberini:  
CURIOSE RIFLESSIONI. JEAN-FRANÇOIS NICERON, LE ANOMORFOSI E LA MAGIA DELLE IMMAGINI
7 marzo – 10 giugno 2018  
La mostra presenta alcuni dipinti del matematico e teologo francese Jean-François Niceron (Parigi 1613 – Aix-en-Provence 1646), uno dei più interessanti esponenti dell’anamorfismo, effetto di illusione ottica per cui un’immagine appare distorta e diventa comprensibile solo ponendosi nell’unico corretto punto di osservazione, oppure attraverso uno strumento apposito che ne restituisca la giusta lettura.
Accanto ai dipinti – di solito conservati nei depositi di Palazzo Barberini e raramente esposti al pubblico – ciascuno con il dispositivo per la corretta visione, saranno esposti due esemplari delle opere a stampa del frate francese e la riproduzione di un curioso “canocchiale anamorfico” , sempre di Niceron.

LA MADONNA ESTERHÁZY DI RAFFAELLO
31 gennaio 2018 - 08 aprile 2018  
In occasione del prestito de La Fornarina alla mostra su Raffaello in corso Bergamo, le Gallerie Nazionali di Arte Antica presentano una delle opere più interessanti e significative della produzione raffaellesca, la Madonna Esterházy, proveniente dallo Szépmuvészeti Múzeum di Budapest, dipinta da Raffaello intorno al 1508, testimonianza della fine del periodo fiorentino e l’inizio di quello romano. La tavola viene esposta accanto a una riproduzione in grande del correlato disegno preparatorio e ad altre tre opere provenienti dalle Gallerie Nazionali, simili per formato e ambiente.



GLORIE DI CARTA. IL DISEGNO DEGLI ARAZZI BARBERINI
20 dicembre 2017 - 22 aprile 2018
La mostra presenta l’affascinante storia della fabbrica di arazzi impiantata a Roma nel 1627 da Francesco Barberini, con l’eposizione di tre dei cartoni preparatori per le più importanti serie di arazzi realizzate dall’arazzeria lungo un arco di circa cinquant’anni di attività. Accanto  ad essi, che escono per la prima volta dai depositi dopo vent’anni, ognuo appartenente ai cicli Storie di Costantino, la Vita di Cristo e le Storie di Urbano VIII, in mostra anche il Ritratto di Urbano VIII di Pietro da Cortona, in prestito dai Musei Capitolini, e la Visita di Urbano VIII al Gesù (1642-1643) di Andrea Sacchi, Jan Miel e Antonio Gherardi, esposta l’ultima volta negli anni Ottanta del Novecento.

Roma, marzo 2018
UFFICIO STAMPA BARBERINI CORSINI GALLERIE NAZIONALI:
Maria Bonmassar: +39 06 4825370 | +39 335 490311 |
ufficiostampa@mariabonmassar.com


INFORMAZIONI:

www.barberinicorsini.org
PALAZZO BARBERINI | via delle Quattro Fontane 13, Roma,
ORARI:  martedì/domenica 8.30 - 19.00 | La biglietteria chiude alle 18.00

GALLERIA CORSINI | via della Lungara 10, Roma
ORARI: mercoledì-lunedì: 8.30 - 19.00 | La biglietteria chiude alle 18.30

BIGLIETTO BARBERINI CORSINI: Intero 12 € - Ridotto 6 €
Il biglietto è valido dal momento della timbratura per 10 giorni in entrambe le sedi del museo. Gratuito: minori di 18 anni, scolaresche e insegnanti accompagnatori dell'Unione Europea (previa prenotazione), studenti e docenti di Architettura, Lettere (indirizzo archeologico o storico-artistico), Conservazione dei Beni Culturali e Scienze della Formazione, Accademie di Belle Arti, dipendenti del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, membri ICOM, guide ed interpreti turistici in servizio, giornalisti con tesserino dell'ordine, portatori di handicap con accompagnatore, personale docente della scuola, di ruolo o con contratto a termine, dietro esibizione di idonea attestazione sul modello predisposto dal Miur.

Informazioni: 06-4824184 | comunicazione@barberinicorsini.org

Facebook: @BarberiniCorsini | Twitter: @BarberiniCorsin | Instagram: @BarberiniCorsini | Condividi con: #PalazzoBarberini #GalleriaCorsini

Stefania Cappelletti dalla Biennale di Venezia alla sua Umbria




Una artista apprezzata ovunque per la sua tecnica innovativa,  reduce della sua ultima partecipazione alla Biennale di Venezia, Stefania Cappelletti presenta le sue ultime creazioni nelle sale in pietra del Ristorante Il Caminetto di Campello sul Clitunno dal 28 marzo al 28 aprile 2018, luogo da tempo utilizzato da numerosi artisti per mostre collettive e personali.

Carapace Mac Art, organizza l'evento con la curatrice Mariolina Savino, responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione.

Alcune note sull'artista:
Stefania Cappelletti è nata a Spoleto, dove vive e lavora.
La passione per la pittura, risale ai tempi della sua infanzia, poi in seguito allo studio dei grandi classici, ha appreso la tecnica velocemente.

E' attratta dalle metropoli immerse nelle prime luci dell'alba o nelle sfumature crepuscolari, nelle giornate grige dipinge scorci foschi e bui.

Ama la pittura an plein air, ritrae paesaggi in aperta campagna, si misura dipingendo ''Alla Prima'' su piccole tele , vedute, che raccontano della sua infanzia, ricordi di viaggio..

Dopo aver dedicato molto tempo allo studio e alla sperimentazione della tecnica pittorica, inizia una fortunata serie di esposizioni presso alcune mostre d'arte curate dal Conte Daniele Radini Tedeschi, noto critico d'arte e professore in carica presso l'Universita' La Sapienza di Roma.

Nel 2011 viene ammessa a far parte dell'Accademia di S. Lazzaro, è selezionata per esporre le sue opere in mostre prestigiose, con curatori quali Il Conte Daniele Radini Tedeschi, Achille Bonito Oliva per la TRIENNALE DI ROMA 2014 e SPOLETO ARTE SGARBI 2014 a cura dello stesso Vittorio Sgarbi.

Vince per la terza volta,il PREMIO SPOLETOFESTIVAL ART 2014 a cura del Dr. Luca Filipponi, selezionata da V. Sgarbi per la mostra ''SPOLETO ARTE INCONTRA VENEZIA ''2014 palazzo Falier VE.

Le sue opere sono commentate e pubblicate in cataloghi famosi come Mondadori, tra gli altri.
I suoi dipinti sono selezionati per le scenografie della Fiction Don Matteo serie 9 nel 2014/15 ed e confermata nell'anno successivo per la serie Don  Matteo 10 , inoltre la pittrice interpreta se stessa, come figurante nel film 2015/16.

A marzo 2017 viene selezionata dal critico Paolo Levi per esporre al Museo Levi in occasione di MEART', nello stesso periodo è selezionata da Sgarbi, Bonito Oliva e Radini Tedeschi per la TRIENNALE DI ROMA.2017

SPOLETO ARTE 2017 a Cura di Vittorio Sgarbi
I suoi dipinti sono selezionati per D.Matteo 11, fiction della RAI, dove ancora una volta, la pittrice interpreta se stessa.

Viene invitata e partecipa alla BIENNALE DI VENEZIA 2017

giovedì 22 febbraio 2018

Le Foto di Jhon, prima mostra fotografica in Umbria a Campello sul Clitunno, testi di Lucia Bambini










Le Foto di Jhon

Per la prima volta in Umbria, una speciale Mostra Fotografica che si terra' presso i locali in pietra del Ristorante Pizzeria Il Caminetto a Campello sul Clitunno organizzata da Carapace Mac Art.
L'autore di origini campane, porta il sole del sud nella sacra passione della fotografia, immagini bellissime commentate dalle soavi parole di Lucia Bambini, pittrice e autrice umbra delle didascalie che accompagnano le opere di Jhon.
La mostra sarà inaugurata il 28 di febbraio durante il Vernissage che si terrà presso Il Caminetto, dove si potrammo ammirare le foto di Jhon Allen fino al 28 di marzo 2018.

BIOGRAFIA GIOVANNI PELLEGRINO
Giovanni Pellegrino, in arte John Allen, nasce a Matinella (SA) il 2 Gennaio 1965, paese dove frequenta le scuole elementari e medie. All’età di 15 anni inizia le superiori per poi diplomarsi e iniziare la sua carriera professionale come muratore nel 1982. Nel 1996 decide di trasferirsi con la famiglia al nord, trovando impiego in una industria ceramica di Castellarano.

Giovanni svolte diversi compiti all’interno dello stabilimento sino a trovare il proprio ruolo definitivo presso il reparto macinazione smalti nell’azienda che nel 2017 cambierà il proprio nome in Gruppo Romani.
La passione di Giovanni per la fotografia inizia nel 1990 a 25 anni, anno in cui acquista la sua prima macchina fotografica, una Yashica FX3. In questo periodo la sua attenzione si concentra soprattutto sui paesaggi, ma con l’avvento della tecnologia digitale, che lo porta nel 2014 a comprare la sua prima reflex (Nikon D3200) fa si che la sua attenzione si sposti dal paesaggio al dettaglio, dall’universale al particolare.
In questo momento decide di farsi conoscere esponendo le sue fotografie all’interno dei bar e dei punti di ritrovo del proprio paese e conseguendo anche piccoli premi come il primo posto al concorso organizzato da Coop sul riciclo e il primo posto al concorso fotografico Emilia Romagna Meteo 2017 con “Il risveglio della natura”.
Lucia Bambini

                                                            Caratteristica molto importante delle opere di Giovanni è l’originalità delle fotografie, voluta dall’artista, senza alcun ritocco digitale contraddistinguendo così il suo stile fotografico. Ispirato dagli artisti giapponesi, soprattutto dal celebre Risaku Suzuki, noto per le collezioni di Sakura (fiori di ciliegio) inizia un percorso di fotografia basata sui dettagli della natura anche usando lo stile del bokeh. Una costante sempre presente nelle opere di John Allen sono le profonde frasi di Lucia Bambini, sua amica appassionata di poesia, che accompagnano ogni foto.

Mariolina Savino
Ufficio stampa & copy strategy